Come ottimizzare i risultati di registrazione in Talend Open Studio [Parte 5]

In questo tutorial, incluso nella serie dedicata a Talend Data Integration Cloud, verrà spiegato come ottimizzare i risultati della registrazione visualizzati in Talend Cloud per un job eseguito.

Possiamo migliorare la registrazione in Talend Cloud con azioni e componenti specifici di Studio. Quando ho importato i progetti demo di integrazione nel cloud ho anche ricevuto quello che viene chiamato un Joblet. Si tratta di azioni di integrazione riutilizzabili che possono essere incluse in qualsiasi job, anche in quelli pubblicati nel cloud.

Componenti del Joblet

In questo esempio il Joblet attiva una registrazione avanzata che viene visualizzata nel cloud dopo l'esecuzione del job. Nel Joblet sono presenti vari componenti che lavorano insieme.

Il primo è il componente "Catch Error", che rileva eventuali errori verificatisi in un qualsiasi momento durante l'esecuzione del job. Quindi li trasmette a un componente tActionLog chiamato DeveloperLog. Qui posso specificare dove e come visualizzare gli errori nei registri all'interno della vista Developer (Sviluppatore). Come si può notare, questa vista è molto complessa e incredibilmente dettagliata.

Il prossimo componente si riferisce allo UserLog generale e visualizza gli errori sotto forma di messaggi semplici, più adatti a un utente medio.

Infine, se l'errore verificatosi nel job non ha effettivamente determinato un errore nell'esecuzione del job, questo flusso utilizza il componente tActionFailure, impostato in modo da mostrare un errore hardware nel cloud dopo l'esecuzione.

Ottimizzazione delle visualizzazioni dei registri

Posso utilizzare tutti questi componenti come Joblet unico oppure implementare un singolo componente nel flusso stesso per influenzare in modo specifico la visualizzazione dei registri.

Ad esempio, posso aggiungere un'altra riga nel registro per elencare il numero di record scritti nel mio file. A tale scopo aggiungo un componente tActionLog e lo connetto a DropboxPut. Seleziono "Trigger" (Attiva) e poi On Component Ok (Su componente OK). Qui seleziono l'opzione "User" (Utente) per consentire a tutti gli utenti generici di visualizzare questa riga all'interno dei rispettivi registri. Scrivo "Records written to file" (Record scritti nel file) e trascino il percorso del codice "Number of lines" (Numero di righe). Dopo avere ripubblicato il job, vedremo la riga aggiunta nel registro nel cloud.

Ora apriamo il cloud. Ecco il registro precedente del mio job. Prima lo abbiamo rieseguito nel cloud con il Joblet e il componente aggiuntivo tActionLog implementato; inizialmente avevo solo messaggi generali a riga singola che non indicavano alcun errore.

Proviamo ora a rieseguire il nostro job e vediamo in che modo influenza i registri. Adesso abbiamo dei registri a livello utente che mostrano il numero di righe e i commenti relativi all'esecuzione conclusa correttamente.

Eseguiamo questo job un'ultima volta inserendo un errore. Cambiamo questa barra in una barra rovesciata e vediamo come cambia il registro. Viene visualizzato un messaggio di errore. Apriamo il registro. I miei registri Developer mostrano informazioni molto più dettagliate sull'errore, indicandomi le azioni da compiere per risolverlo.

Esplora questa serie di tutorial per scoprire come iniziare a usare Talend Cloud. Nella prossima parte esamineremo la Talend Management Console nel cloud. Assicurati di scaricare gratuitamente Talend Data Integration per seguire meglio le spiegazioni.

| Ultimo aggiornamento: Agosto 6th, 2019