Una giornata con uno sviluppatore che si occupa di integrazione dati: Come autodocumentare un job di integrazione dati: [Parte 6]

In questa puntata di Una giornata con uno sviluppatore che si occupa di integrazione dati viene spiegato come autodocumentare un job di integrazione dati sviluppato in Studio. L'autodocumentazione può essere creata in un output HTML utilizzando un file CSS personalizzato per rispettare i proprio standard aziendali per la documentazione oppure modificata dopo essere stata generata.

Sono tornato al processo della tabella di caricamento dimensioni in cui vengono caricate tre dimensioni:

screenshot talend studio

Genero il file per l'output HTML, che viene compresso in un file zip nel quale sono documentati tutti i contenuti di questo job di integrazione dati.

A questo punto Studio lo carica nel file system del mio sistema locale. Per vedere cosa ha generato posso fare clic con il pulsante destro del mouse su View documentation (Visualizza documentazione) per visualizzare l'output HTML del primo passaggio. Verrà generato il processo e mostrato l'HTML e il file sarà salvato nella directory della documentazione di Studio, così, se non modifichiamo il job, non saremo costretti a generarlo ogni volta.

Qui possiamo osservare una panoramica generale del job. Vengono visualizzate le statistiche e i registri che abbiamo configurato per AMC, le variabili di contesto e la relativa configurazione, così come l'elenco dei componenti. Sotto l'elenco dei componenti sono visualizzati i dettagli di ogni componente.

screenshot talend studio

Questa funzione è molto utile per documentare velocemente i processi.

Nell'ultimo tutorial della serie Una giornata con uno sviluppatore che si occupa di integrazione dati verrà illustrato come importare velocemente il file di licenza.

| Ultimo aggiornamento: agosto 7th, 2019